I soci del GCC

Il Gruppo Cavità Cagliaritane.

Formato da un affiatato gruppo di amici che amano incontrarsi per intraprendere nuove avventure, il G.C.C., libera associazione culturale (apartitica e apolitica) è nato nel 1993, ma fin dagli anni precedenti – ad opera di alcuni amici – operava e ancora oggi opera nel campo esplorativo con particolare riferimento alle cavità sotterranee usate o scavate ex novo dall’uomo.

Fanno parte del nostro gruppo: speleologi, archeologi, scrittori, giornalisti, naturalisti e altri esperti che amano mettere a disposizione del nostro Team il proprio-personale contributo culturale, trasmettendo ai più le esperienze maturate in seno alla propria professione. Tutti, ci sentiamo così coinvolti all’linsegna del divertimento, muovendoci ad ogni modo tra serietà della ricerca e rigore documentaristico che ciascuna esplorazione esige. Non sempre è facile reperire documenti sulle singole realtà esplorate o da esplorare, ma il lavoro di squadra ci motiva ad andare avanti, a proseguire il nostro percorso che coinvolge tante persone, crea relazioni.

Le nostre avventure hanno inizio in molteplici modi: con l’apertura di un chiusino metallico nelle strade cittadine, attraverso una ditta o impresa edile che ritrova un sotterraneo nel proprio cantiere (e chiede il nostro intervento), oppure in tanti altri modi; la casistica sulle nostre esplorazioni è ampia.

Di anno in anno, mentre programmiamo il piano delle splorazioni, cerchiamo dati su siti che vorremo esplorare. Altre volte sono proprietari dei terrenei con cavitò, istituzioni pubbliche e private che ci contattano.

Dopo aver cercato dati e notizie sulle cavità scoperte, individuate, esplorate oppure da esplorare, siamo soliti consultare libri, carte impolverate, avvalendoci di archivi pubblici e/o privati, per operare sul campo della ricerca e dell’indagine. La discesa nel sottosuolo, sia urbano che extraurbano è un momento emozionanante. Un momento che ci vede impegnati, oltre ad accedere alle classiche grotte e caverne, anche in passaggi segreti che affondano giù, nel cuore delle montagne e che sopportano i nostri movimenti e accolgono i nostri fasci di luce.

Dal buio emergono così nuove mete e lidi lontani.

Scopriamo che la natura ha la sua poesia ed anche le opere che in mezzo ad essa resistono, martoriate dall’incuria del tempo e dell’uomo, ci raccontano le attività dei nostri antenati.  

Fino ad oggi, il carisma trasmesso da un veterano come Marcello Polastri, che nei primi anni ’90 ha deciso di far riconoscere dalla Giunta Regionale della Sardegna il Gruppo Cavità Cagliaritane, dunque istituzionalizzandolo, perchè preposto alla tutela e alla salvaguardia dei siti sotterranei della Sardegna. Al tempo stesso Marcello ha portato una ventata di allegria a tanti esploratori.

Abbiamo partecipato a indimenticabili avventure nelle cavità sotterranee della Sardegna e, per pochi fortunati, in numerosi sotterranei che bucano da una parte all’altra il Belpaese: Roma, Torino, Napoli, Milano, maturando esperienze uniche,  indimenticabili, che hanno arricchito il nostro bagaglio culturale.

Domanda ricorrente: potrei entrare a far parte del vostro gruppo?

Risposta: Si. Perchè talvolta la pratica supera di gran lunga la teoria. Dunque, se ti vorrai tuffare con noi, alla ricerca di storie e posti segreti…

…se non sei bravo nella pratica della “speleologia” e temi di superare la “prova del buio” o quella della “claustrofobia”, non devi far altro che contattarci: esperti ed inesperti, grazie ai nostro cocktail di coraggio, di allegria e ad una “buona compagnia” potranno diventare soci del G.C.C. e perchè no, ambire a qualcosa di più!!!

Siamo convinti che per il G.C.C. diventa semplice anche ciò che sembra insuperabile.

Certo, anche noi esploratori abbiamo i nostri limiti, un tantino diversi dai limiti che si presentano alle persone comuni. Questo accade perché gli speleologi sono persone …particolari. Talvolta temerari e assai coraggiosi, talaltra cocciuti ma  – al tempo stesso – devono essere “prudenti”. Abbandonare l’esplorazione di un passaggio o una situazione pericolsa, infatti, deve obbligatoriamente far parte della disciplina.

Non a caso, amiamo accompagnarVi nei sentieri delle città sotterranee, oppure nelle miniere abbandonate, negli anfratti monumentali per svelare ai più il mondo sotterraneo ed i suoi echi, che provengono da un passato tanto arcaico quanto affascinante.

Allora… cosa aspetti? Armati di PRUDENZA!

Fino ad oggi abbiamo collaborato con gruppi speleo-archeologici nazionali e internazionali. Realizzato, con appositi staff televisivi  programmi e trasmissioni tv. Forgiato speleologi tutt’ora attivi; invogliato uomini e donne, ragazze e ragazzi a superare timori sia semplici che complessi.

Il G.C.C. opera in Sardegna dal 1993. Si compone di uno staff che disegna le linee guida delle future attività esplorative, organizza serate culturali e visite guidate che tengono uniti quanti, come Voi, decideranno di cedere alla curiosità.

Buona esplorazione!

Commenti