Domenica anche le dame e i cavalieri per il tour a Uta e Villaspeciosa

La chiesa Santa Maria a Uta

La chiesa Santa Maria a Uta

Gioielli d’arte, i più grandi mosaici romani della Sardegna, storie legate a un culto antichissimo, quello delle acque sotterranee e poi ci saranno anche loro, i Balestrieri del Castel di Castro con i figuranti in abiti medievali, le dame e i cavalieri per illustrarci la storia locale.

È l’ultima novità della visita in programma domenica per raggiungere posti unici: la Chiesa romanica di Santa Maria, la nostra prima tappa, che ci svelerà le sue emergenze archeologiche…
Nel vicino parco, sempre a Uta (il cui nome è appunto legato all’acqua), vedremo anche il sacro suolo dell’area sepolcrale esterna, scopriremo i suoi segreti e i misteri, per poi visitare le terme di San Cromazio, e dunque le sepolture bizantine, i pozzi, la bellezza dell’arte “morsicata “.

Domenica 24 aprile via a una avvincente visita guidata mattutina: sarà una bella giornata di sole e all’aria aperta.

Antiche tombe a Villaspeciosa

Antiche tombe a Villaspeciosa

Andranno in scena la storia delle acque sotterranee, i siti archeologici di Uta e di Villaspeciosa per osservare da vicino i più grandi mosaici della regione, splendidi, esempio di abilità degli antichi Romani.

Non solo: osserveremo anche le antiche sepolture e magari faremo la prova della sella, montando a cavallo grazie ai cavalieri di San Platano che organizzeranno un pranzo sul prato verde.

image

 

Contributo pranzo per chi si tratterrà dopo la giornata di visita, eu 10.

ABBIGLIAMENTO consigliato: scarpe comode e, per chi vomesse andare a cavallo, tuta da ginnastica o pantaloni morbidi (non jeans).

Informazioni: per il viaggio a Uta si andrà in auto proprie. Da Cagliari la nostra destinazione verrà raggiunta in 20 minuti circa.

Uno dei mosaici romani di San Comazio

Uno dei mosaici romani di San Comazio

Tra le TAPPE: terme romane di San Cromazio (con uno dei più grandi e belli mosaici) e dell’edificio eretto a Uta dai monaci Vittorini di Marsiglia nel XII secolo, sulle rovine di una chiesa più antica e su una vena di acqua sotterranea ritenuta miracolosa.

Si racconta che sia stata l’ultima di 28 chiese realizzate dai Vittorini nella provincia di Cagliari: per questo fu costruita con più riguardo e un maggior dispendio di energie.

Osserveremo da vicino anche i simboli misteriosi che la adornano questo capolavoro dell’architettura romanica grazie all’opera di maestranze di diverse scuole francesi, arabe e toscane.

L'inchino dei cavalieri di San Platano
Una mattinata imperdibile quindi, dedicata alla storia e alla natura ma anche al rapporto tra uomo, natura, amici a 4 zampe.

Il tutto con il racconto delle vie d’acqua, la storia delle fonti adorate dagli antichi. Assaporando storie incredibili e però, realmente accadute.

ACQUE BUONE, venerate ad esempio dai nuragici, imbrigliate verso le terme dai romani, oppure santificate dai Cristiani. Ne assaporeremo il gusto e le leggende che parlano di cavalieri templari e miracoli.

Storie che verranno approfondite davanti agli  astanti da Marcello Polastri, guida turistica e ricercatore che illustrerà con vari ospiti, le novità su scoperte, archeologia, storie celate.

L'area archeologica di San Cromazio

L’area archeologica di San Cromazio

PRANZO. Il tour finirà alle ore 12,45 a Villaspeciosa.

Per chi si volesse trattenere a pranzo, nel parco San Cromazio, il contributo-pranzo è di 10 eu da versare alle associazioni locali di Villaspeciosa.

Ci saranno anche i Cavalieri di San Platano: daranno vita al “battesimo della sella”. Ennesimo evento di una giornata ricca di attrattive.
MENU’. Il pranzo proposto dagli amici di Villaspeciosa comprende:

Primo a base di gnocchetti con salsiccia, salsiccia arrosto, pecora in umido, contorno,  acqua, vino e… Dolcetto. Menù unico a €10 (da versare sul posto agli organizzatori del servizio ristorazione).

EVENTO a numero chiuso: scrivere a sardegnasotterranea@gmail.com

Le adesioni verranno chiuse venerdì 22 aprile ore 20. SMS al 3398001616

Vi aspettiamo!

A BREVE… Tante novità! 

Prossime domeniche visiteremo con gli amici di Sardegna sotterranea:

1 maggio visita a Cagliari raccontando la storia di Sant’Efisio e nella città sotterranea.

La successiva, visita alla vecchia Gairo, la città fantasma dell’OGLIASTRA.

Poi una visita di sabato sera alle Miniere e alla città medievale di Iglesias e tappe nella Cagliari sotterranea.

Due eventi imperdibili e per i quali andremo in corriera grazie a una convenzione.

Se interessati scriveteci e/o iscrivetevi a sardegnasotterranea@gmail.com basta inviarci una mail e far parte della ns newsletter.

Vi aspettiamo! 

Commenti