Grande partecipazione al Tour sulle orme di Lawrence a Cagliari

Grande partecipazione, sabato 7 settembre, al tour “Sulle orme dello scrittore Lawrence ALLA SCOPERTA DI VIA ROMA”. La storia unica della via più caratteristica di Cagliari, ricca di aneddoti poco noti, e’ stata raccontata a centinaia di persone dall’associazione Sardegna Sotterranea…

 
 Cagliari. Ha riscosso grande successo l’evento svoltosi  sabato 7 settembre ALLA SCOPERTA DI VIA ROMA.
Una iniziativa ideata dal presidente dell’associazione Sardegna Sotterranea Marcello Polastri e che,  STRADA FACENDO TRA SOPRA E SOTTO, ha ripercorso  le ORME DEL ROMANZIERE BRITANNICO LAWRENCE
 
Questo il titolo dell’evento culturale (riviato lo scorso sabato causa l’allerta meteo) che il 7 settembre ha svelato – nel corso di una passeggiata serale – la storia unica e inaspettata della strada principale di Cagliari: via Roma, con i palazzi Liberty, le chiese e i monumenti. “Che, spesso distratti, non riusciamo ad ammirare profondamente” ha raccontato Marcello Polastri in compagnia di Angelo Pili, dell’associazione Aloe Felice. 
 
L’appuntamento fissato alle  17,30 di fronte alla Manifattura Tabacchi, ha svelato ai partecipanti la storia del vecchio e scoop ai scomparso convento di San Salvatore da Horta, adiacente la vecchia Porta Gesus, in viale Regina Margherita, a due passi dal mare e dunque dal porto.
 
 
E’ stato tanto lo stupore dei presenti per i monumenti poco noti della città. La lunga comitiva ha percorso via Roma, con i ciceroni delle associazioni organizzatrici che hanno criticato la costruzione del palazzo di vetro del Consiglio Regionale: “un pugno nell’occhio che spezza l’eleganza e la continuita delle facciate liberty e rinasimentali di via roma” hanno detto. Per poi accedere al tempio sacro di San Francesco Di Paola, splendida chiesa nella quale i frati hanno raccontato la scoperta, in una locale grotta, di incredibili tesori d’arte.
 
Dopo una visita ai locali commerciali della zona, allestiti in vecchi sottani e cantine edificate con la pietra calcarea estratta nelle cave sotterranee di Cagliari, il gruppo ha visitato gli scavi archeologici della Chiesa di Santa Lucia in via Sardegna, tappa dunque nel quartiere della Marina o La Pola. Anche il Largo Carlo Felice, piazza Yenne, Corso Vittorio Emanuele sono state metà di visita per poi accedere a chiese e palazzi, come la ca nella quale dimorò Antonio Gramsci. 
 
All’evento ha partecipato anche Don Vincenzo Fois, rettore della Chiesa di Sant’Agostino, che ha illustrato la storia della cripta situata sotto Palazzo Accardo, nel Largo Carlo Felice, raccontando anche il fascino e le leggende legate alle opere d’arte del quartiere Marina, delle epigrafi.
Una città senza passato e’ città senza futuro” ha detto Don Fois, benedicendo le guide, Marcello Polastri e Angelo Pili che, per onorare la storia del capoluogo sardostanno ideato l’evento. Raccontando la città e il suo passato, a tutti, strada facendo.
 
Partcipare alla prossima escursione urbana e’ possibile visitando il sito http://www.sardegnasotterranea.org  Vi aspettiamo.

Commenti