Perché Venerdì 13 porterebbe sfortuna?

LA PAURA delle date o delle ricorrenze “nefaste” accompagna da sempre la vita degli uomini. È così che vanno le cose almeno da quando è stato adottato il calendario e l’uomo superstizioso teme le giornate nere, quelle definite “sfigate”.

Venerdì 13

Se esiste un giorno catalizzatore di energie negative, questo giorno è il VENERDÌ 13. E non ci riferiamo solo alla cinematografia horror dell’omonimo film.
Perché il TREDICI è un numero considerato per davvero sfortunato, al pari del 17 e della loro associazione con il venerdì.
Ciò vale per tutta l’Italia e forse per tutto il MONDO.
IL VENERDÌ è il giorno della settimana considerato “iellato” anche per i Musulmani in quanto Adamo ed Eva, proprio di venerdì, mangiarono il frutto del peccato.

Cosa dire del TREDICESIMO apostolo, appunto di Giuda, commensale dell’Ultima Cena di Cristo che tradì il messia?

Venerdì di paura ?

Già. Ed in quale giorno della settimana Gesù morì sulla croce? Di venerdì, appunto, in conseguenza al tradimento di Giuda.
Se per i meno superstiziosi non è questo un valido motivo per aver paura di Venerdì Tredici, va anche detto che il 13 è stato battezzato come il numero aritmico, o “imperfetto” secondo i filosofi greci: indica la rottura dell’armonia, il disordine, perché arrivando dopo il 12 interrompe la ciclicità e scombina l’ordine.

TREDICI ricorre anche nel calendario delle antiche società matriarcali, si basa su un ciclo lunare in 13 mesi (di 28 giorni), in contrapposizione all’anno solare della successiva e dominante civiltà maschile.

Il protagonista del film venerdì 13

Un venerdì 13 famoso? Quello dell’ottobre 1307, giorno nel quale il Re Filippo il Bello fece arrestare tutti i Templari sul territorio francese per consegnarli all’Inquisizione. Divenne famoso come il VENERDÌ DI SANGUE.

Ma questa è un’altra storia della quale parleremo con tante curiose novità.

Venerdì 13

Venerdì 13, il celebre film.

Commenti