Sulla Sella del Diavolo con la luna piena domenica 26 agosto

ALLA RI-SCOPERTA DELLA SELLA DEL DIAVOLO con LA LUNA PIENA tra storia, superstizione, leggende, ambiente e astronomia.
Domenica 26 Agosto con raduno alle ore 19,00 in piazza Calamosca, tra le scalette che avviano alla spiaggia, si terrà una imperdibile escursione serale e notturna anche per meglio conoscere la Luna e raccontarne storia e leggende, in modo approfondito, all’inizio della sua fase discendente, risalendo le pendici di un colle ricco di storia.

Il gruppo di escursionisti ammira il tramonto. Foto: Giorgio Abis

LA LUNA, l’unico satellite naturale della Terra, la vedremo infatti sorgere in tutto il suo splendore, descrivendo anche quelle “chiazze scure”, misteriose per gli antichi popoli che vi riconoscevano un viso luminoso: quello della Dea Selene?

Sella diavolo cagliari

Sella del Diavolo e fotografi Yallers Sardegna.

I musulmani la reputavano un miracolo di Maometto, da sempre è considerata influente sul raccolto, le carestie e la fertilità. Influenza – ed è oramai assodato – la vita sulla Terra di molte specie viventi regolandone il ciclo riproduttivo e i periodi di caccia; agisce sulle maree e la stabilità dell’asse di rotazione terrestre.

Questi e altri segreti verranno illustrati di fronte a un salutare aperitivo lunare che verrà offerta agli escursionisti.

La luna piena

Durante la passeggiata spazio agli importantissimi aspeti storico-archeologici e ambientali della Sella del Diavolo: storie, leggende e realtà che hanno caratterizzato quest’angolo paradisiaco della città del sole nel quale sorse un tempo dedicato allae dea Astarte (divenuta la Venere dei Romani).

Lungo i sentieri che condurranno sulla cima del colle, racconteremo tantissime curiosità sulle biodiversità del sito, ammirando infine, sulle panoramiche terrazze naturali, la luna sorgere e specchiarsi sul mare, dall’alto del cielo, nella sua argentea magnificenza.

Spazio relax.

PROGRAMMA EVENTO : ​

• Incontro presso il piazzale di Calamosca alle ore 19:00, quindi, si raccomanda di presentarsi puntuali. 
• Rientro al piazzale di Calamosca intorno alle 22:30/23,00.

DETTAGLI EVENTO: 

• Lunghezza percorso andata e ritorno: meno di 5 km.
• Dislivello: 138 mt, partendo dalle pendici del colle, lambito dal mare, alla sua cima.
• Tempo di percorrenza del tragitto: circa 3 ore con più pause.
• Difficoltà percorso: sentiero definito turistico (T/E).

NECESSARIO:

Scarpe da trekking o sportive ma chiuse e con suola bene aderente al terreno.
Fonte di luce individuale, ovvero una torcia.
CONSIGLI:

  • maglia di ricambio (spesso si suda lungo la salita),
  •  Spray o repellente anti-zanzare.

il colle di Sant'EliaL’escursione sarà condotta da esperti di storia e guide turistiche iscritte nel registro RAS.

Quota associativa 10 eu.

La visita, della durata di circa 3 ore, comprende: guida, l’assicurazione RCT, l’aperitivo e il materiale divulgativo.

RACCOMANDAZIONI: obbligatorio presentarsi muniti di torcia luminosa, scarpe da trekking o scarponcini (non aperte, no tacchi, no suole lisce bensì scarpe da bene aderenti al terreno).

RADUNO per i soli prenotati: ore 19 piazza Calamosca, al termine del viale omonimo, accanto alle scalette che in discesa conducono nella spiaggia. Temine evento alle ore 22,30 circa.

Evento a numero chiuso; contributo di partecipazione 10 euro. Per informazioni e prenotazioni contattare via Sms e Whatapp  i numeri 3398001616 oppure inviare mail a: sardegnasotterranea@gmail.com

Vi aspettiamo!

Commenti