I libri di Marcello Polastri

 

Cagliari, città sotterranea

Marcello Polastri, pubblicazione del 2001.

Cagliari: Viaggio nella città sotterranea

Scritto da Marcello Polastri nel 1997 quando frequentava la Scuola media Giuseppe Dessì di Cagliari.

Il libro, stampato in precedenza con una “veste scolastica”, si piazzò tra le prime opere premiate – con una segnalazione speciale – al Salone del Libro di Torino, sezione Lingotto.

Di lì a poco (nel 1997) la Artigianarte Editrice di Cagliari pubblicò l’opera che si compone di 160 pagine in bianco e nero.

Polastri

Marcello conduce Scoprire per Sardegna 1 Tv.

La premessa è stata firmata da Antonello Floris, direttore responsabile della rivista di speleologia “Specus News”. Floris è fondatore del Circolo Speleologico Sesamo 2000, e ha scritto in precedenza un volume su Cagliari sotterranea.

Nel 1996, sempre per la Artigianarte Editrice, Polastri scriverà con A. Pili e R. Copparoni il libro Tuvixeddu vive, interamente dedicato agli ipogei del sistema collinare di Sant’Avendrace, dove il Gruppo Cavità Cagliaritane ha intrapreso, per oltre un decennio, esplorazioni sotterranee registrando straordinarie scoperte.

Da allora gli studiosi del Gruppo Speleo Archeologico Cavità Cagliaritane si imbatteranno in una serie di esplorazioni sotto i centri abitati della Sardegna, allargando gli studi sistematici nelle aree montuose, tra grotte naturali e miniere abbandonate. Vanno segnalati centinaia di articoli editi sulla rivista Sardegna Magazine news a firma dello stesso Polastri, e diverse raccolte degli stessi, che gli appssionati potranno comodamente leggere nell’Archivio di Stato di Cagliari.

Romanzo Cagliari sotterranea

Il romanzo di Marcello Polastri su Cagliari sotterranea

Cagliari, La città sotterranea

Nel 2001, a seguito del censimento delle cavità artificiali di Cagliari, M. Polastri pubblicherà uno importante volume  per le Edizioni Sole. L’opera si compone di 240 pagine in quadricromia con immagini uniche e disegni (a china e pastello), numerosi rilievi dei cunicoli e dei sotterranei più significativi per la storia della Sardegna e in particolare del suo capoluogo.

La presentazione del libro è stata scritta da Donatella Salvi, Direttore Archeologo della Soprintendenza di Cagliari.

Per una corretta informazione, segnaliamo che le pubblicazioni di questo volume, sono cessate con la prima edizione dell’opera.

Marcello Polastri conduce Scoprire

Marcello Polastri, presentatore di Scoprire in TV

Nel 2005, a seguito di una lunga collaborazione con i quotidiani regionali, Polastri pubblicherà, per la casa editrice Grafica del Parteolla, il libro NERO PROFONDO – inchiesta su realtà e misteri dei culti satanici in Italia e in Sardegna. Questo saggio, che si avvale delle immagini dei fotografi del quotidiano L’UNIONE SARDA:  Max Solinas, Gloria Calvi, Italo Orrù, Milena Mundula, Nicola Belillo. Tra i tanti argomenti, l’opera  analizza l’utilizzo poco consono degli ipogei celati sotto le città sarde.

Marcello Polastri romanzo Mondadori

La presentazione del romanzo di Marcello Polastri

 

 

Le grandi cave sotto la cittadella dei musei di Cagliari

Cagliari, Città di sotto, tra grotte, templi, cisterne, laghi sotterranei, luoghi di culto, percorsi segreti e latomie

Durante la conduzione di programmi televisivi sulle meraviglie del sottosuolo, Polastri pubblicherà (per le edizioni Prestampa), un bel volume fotografico: Cagliari città di sotto. Questo lavoro, edito nel 2006, è stato presentato dal Sindaco di Cagliari Emilio Floris e introdotto dell’archeologo Mauro Dadea.

Rispetto al precedente lavoro denominato “Cagliari la città sotterranea” edito nel 2001, il nuovo volume (foto a fianco) si presenta di ridotte dimensioni, quasi un breviario di olre 100 pagine e che – avvalendosi di splendide immagini a colori realizzate da Marcello Polastri e da Andrea Gambula – descrive in modo originale e con note di poesia, il tesoro celato sotto le strade e le piazze della “città del sole”.Sotto il colle Tuvixeddu e la sua necropoliIl Tempo dei Giganti – inchiesta sull’archeologia sarda, per documentare con i fatti ciò che non si dice sull’isola dei nuraghes

Insolita e affasciante inchiesta sugli aspetti misterisi dell’archeologia sarda, svelati da: studiosi, professori, sindaci e vari cittadini non legati lla realtà delle accademie sarde, che rivelano – al microfono di Marcello Polastri – scoperte eccezionali.

Ad esempio la storia di una necropoli situata nel Campidano di Cagliari, depredata dai tombaroli, che avrebbero sottratto ossa umane abnormi e reperti eccezionali. 

In seguito da una trasmissione televisiva in onda sull’emittente sarda TCS, Marcello Polastri stilerà i testi sulle storie contenute nelle interessanti interviste, corredandoli di immagini.

Stimolano la curiosità le affermazioni di quanti – tra i personaggi intervistati – come ad esempio i politici (sindaci di alcuni paesi), oppure uomini comuni come contadini e agricoltori, e personaggi competenti in archeologia come ad esempio gli ispettori onorari della Soprintendenza, sostengono di aver avuto a che fare con scoperte sensazionali, per certi versi “incredibili”, che sono state volutamente tenute nascoste per non rivoluzionare il sapere accademico.Il  lettore si sentirà cpinvolto e focalizzerà alcune idee.

 

Il lago sotto la cittadella dei musei.

Sotto: la Necropoli di Tuvixeddu a Cagliari.

La Necropoli di Tuvixeddu in una immagine aerea

 

 

Commenti