Nave crociera

La Thomson Majesty, nave leggendaria ma sfortunata, sbarca a Cagliari

Giovedì 11 maggio, in primissima mattinata arriva a Cagliari una nave da crociera inattesa. È la leggendaria Thomson Majesty. A dire il vero è una nave leggendaria ma un tantino sfigata!  

La gigantesca nave

Con i suoi suoi 207mt di lunghezza, 41662 tonnellate di stazza e 1.400 turisti perlopiù inglesi, fa rotta verso Cagliari.

Comunque sia, il 2017 si conferma  per il capoluogo sardo un anno record e parecchio fortunato per lo scalo cagliaritano.

Tra le curiosità sulla nave da crociera che sosterà in città, il fatto che nel gennaio 1999 fu ristrutturata e allungata di 33,6 metri nei cantieri Lloyd Werft, Bremerhaven, in Germania. Tutto bene e tutto regolare, a quanto pare. Ed invece leggete un po’…

Nave crociera

La grande nave da crociera

Nel novembre 2005, durante la navigazione alle Bermuda (causa il cattivo tempo), questo gigante del mare entrò in colisione – secondo il sito Navi e Capitani.it  – con una barca a vela, fortunatamente senza gravi danni per nessuno.

La grande nave Thompson Majesty

Il 3 marzo del 2010, la Thomson Majesty  in navigazione da Barcellona a Genova, causa il cattivo tempo e le pessime condizioni del mare, venne investita da un’onda anomala che infranse i vetri del salone e provocò la morte di due passeggeri. Una vera disgrazia su una nave tutt’altro che fortunata. A quanto pare.

 Perché nel 2013, quando la nave era ancorata alle Canarie, nel porto di Santa Cruz de La Palma, morirono 5 membri dell’equipaggio impegnati in una esercitazione su una scialuppa di salvataggio che cadde in mare, secondo i media, da ben 20 metri d’altezza.

Il mare della Sardegna

Questo gigante del mare causó e fu vittima di disagi anche nel 2015.

Nelle isole Eolie infatti, si disse “causa del maltempo”, finì sugli scogli.

Non solo: il 21 ottobre 2016 la Thomson Majesty stava navigando da Livorno per la Corsica, quando ci fu un incendio nella sala macchine. La nave si è vista costretta a far rientro nel porto di Livorno e trascorrere due giorni fino a quando le riparazioni necessarie sono state fatte.

La gigantesca nave

Stavolta la storia si è conclusa fortunatamente bene. Però è andata male il 6 maggio 2017 ad una crocerista di 65 anni.

La donna, a bordo nave, ha avuto un arresto cardiaco e ha perso la vita mentre si apprestava a godersi una tanto attesa crociera.   

Marcello Polastri 

 

Commenti