Tomba preistorica domus

Ma quale casa sulla tomba preistorica a Paulilatino? E’ falso, un fake prospettico!

Sindaco e consiglieri non ci stanno e a ragione, per la “notizia falsa” diffusa su Facebook della “costruzione di una nuova abitazione sopra la domus de janas presente nel centro abitato” di Paulilatino.

L’eco arriva da Paulilatino, il paese del pozzo sacro nuragico di Santa Cristina, uno dei luoghi-simbolo della Sardegna più antica, turistica e archeologica.

Il pozzo sacro nuragico di Santa Cristina a Paulilatino

Da consigliere del Comune di Paulilatino ringrazio di cuore Sardegna Sotterranea alla scoperta di un’isola misteriosa per la precisazione che ha voluto dedicare a una notizia completamente falsa in cui si voleva far credere che qualche “pazzo” avesse permesso la costruzione di una nuova abitazione sopra la domus de janas presente all’interno del centro abitato”.

Tomba preistorica domus

La tomba scavata nella roccia: si nota la casa alle sue “spalle”.

A PARLARE o meglio, ad affidare ad un post sul social Facebook è Paolo Cadinu, consigliere comunale di Paulilatino che precisa: “Rimarchiamo il fatto che la costruzione dista alcuni metri e la domus è al centro di un terreno aperto alla visita di chi ama e studia la cultura preistorica.

Questa Amministrazione e tutte quelle che la hanno preceduta hanno sempre salvaguardato un territorio ricchissimo di reperti preistorici e storici, alcuni presenti proprio all’interno del centro abitato…

La Domus de Janas a paulilatino

Tutte le politiche edilizie hanno sempre mirato alla salvaguardia e valorizzazione del patrimonio, persino del centro di prima e antica formazione che ci viene ammirato persino da esperti del settore. Sarebbe gradito in futuro verificare le notizie e le fonti da parte di chi pubblica post e foto che possono ledere l’immagine della comunità paulese con palesi falsità.”.

L’IMMAGINE in effetti, che ha preso a girare in modo virale mercoledì 27 dicembre sera,  ha tratto in inganno centinaia di persone. Da qui tante reazioni, e commenti: “Condivido una foto assai significativa di Arturo Maullu riferita a una villa in costruzione sopra una probabile domus de Janas di Paulilatino. Noi abbiamo sempre sostenuto che si debba investire nella cultura, ma non sopra…”.

Così, ad esempio, il presidente dell’Associazione Onlus Amici di Sardegna con un POST pubblicato, con tanto di immagine su Facebook, giovedì 27 dicembre alle ore 12 *.

Domus de Janas paulilatino

Un post di Mercoledì 27 Dicembre sera, con l’immagine della domus de Janas di Paulilatino.

A volte, però, la verità con è quella rappresentata da una immagine che potrebbe trarci in inganno.

SBAGLIARE è dunque un attimo, non è difficile neppure incorrere in possibili problemi di carattere diffamatorio, talvolta lesivi. Per questa ragione, nell’osservare quell’istantanea che ci è parsa dubbia su Facebook, è stato saggio non esprimere giudizi o giungere a conclusioni affrettate.

Ed anzi, avviare una ricerca scoprendo che quella fotografia ritraeva la Domus de Janas di Paulilatino. Individuata la località, ci è parso curioso il contesto, da osservare meglio, magari da vicino…

La Domus de Janas Su Ladere a Paulilatino

LA PARTICOLARITA’ dell’istantanea scattata a Paulilatino, è insita nella resa prospettica forse dell’aver immortalato dal basso l’affioramento roccioso con una grotticella centrale e, alle sue spalle, una casa priva di intonaco, tanto da apparire agli occhi di chi naviga nel Web, come una costruzione in fase di realizzazione o peggio ancora (ma così in effetti non è) sopra un sito archeologico.

LA NOSTRA RICERCA con un resoconto pubblicato su Sardegna Sotterranea già venerdì 29 Dicembre, ha svelato che quella fotografia scattata nel centro abitato di Paulilatino, ritrae per l’esattezza la tomba preistorica o domus de janas in zona SU LADERE, vincolata dalla Soprintendenza archeologica, insomma tutt’altro che a rischio cementificazione o occultamento.

La casa delle fate di Su LADERE a Paulilatino

IL SINDACO, ieri, trovandosi fuori sede a causa di impegni istituzionali, “è stato informato solo nella tarda serata dell’evolversi della vicenda sulla pubblicazione dei post che ledono l’immagine dell’Amministrazione Comunale di Paulilatino e di tutta la comunità paulese in merito alla vicenda sulle costruzioni a ridosso di beni archeologici e identitari.

L’appello e ringraziamento del Consigliere comunale di Paulilatino, Paolo Cadinu.

POI LA DIFFIDA: “dovendo tutetare l’Amministrazione Comunale e l’immagine della comunità paulese, diffida chiunque dal pubblicare ulteriori immagini e commenti che ledono il buon nome di Paulilatino e intima la pubblicazione di scuse sugli stessi post che hanno causato la polemica senza reali fondamenti, ma solamente sulla base di una fotografia scattata con una prospettiva falsata per trarre in inganno chi leggeva il post.

Infine – il sindaco Domenico Gallus – informa che adirà alle vie legali e ricorrerà in tutte le sedi opportune per le tutele suesposte e la richista di risarcimento danni contro quanti hanno pubblicato e non rettificato immagini e commenti a danno del Comune di Paulilatino e della sua Amministrazione”.

Tutto chiarito quindi. Con una contro-notizia che ad ogni modo ci consente di gettare uno sguardo sul territorio comunale di Paulilatino, per scoprire le sue bellezze, viverle, e farle conoscere all’insegna della verità e del bello in una terra fantastica come la nostra Sardegna da scoprire.

*https://www.facebook.com/groups/57173800338/permalink/10155684203265339/

Sullo stesso argomento: SOS PER LA TOMBA Preistorica.

Commenti