Caso Manuella

Giallo a Capoterra: anonimo segnala ai Carabinieri resti umani

In un terreno di Macchiereddu ci sono i resti di una persona scomparsa molti anni fa”.

È questo il tenore della chiamata anonima ricevuta oggi dai Carabinieri del comando provinciale di Cagliari.

L’informazione farebbe riferimento a “un uomo sparito decine di anni fa nel capoluogo sardo”.

I militari hanno avviato gli accertamenti in tutto l’agglomerato industriale di Macchiareddu, nel comune di Assemini, ma al momento non hanno trovato riscontro alla segnalazione.

È quanto riporta il web portale de osservatoreitalia.eu, “l’informazione a 360 gradi” che crea una strana correlazione tra i ‘gialli’ irrisolti in Sardegna.

Un “caso mediatico” dunque aperto dal giornale de l’Osservatore Italia che mette in relazione una segnalazione anonima con il Caso dell’avvocato Manuella (1981).

Caso Manuella

Il caso Manuella di Cagliari

Tra i gialli infatti, secondo l’articolista, “spicca la misteriosa scomparsa negli anni ’80 dell’avvocato cagliaritano Gianfranco Manuella. Tutto ebbe inizio il 22 aprile 1981. Sulle prime, gli inquirenti seguirono una pista di traffici illeciti legati alla base Nato di Decimomannu, poi vi fu una svolta improvvisa, grazie alle dichiarazione di un “
pentito
”.

Stagno Molentargius

.

Sempre secondo l’Osservatore, “L’avvocato Gianfranco Manuella fu ucciso e fatto sparire perchè conosceva la verità sul giallo di Ustica”. Questa fu anche la sconvolgente ipotesi avanzata circa due anni fa dalla trasmissione “Chi l’ha visto?” su uno dei più grandi mistero di cronaca della storia isolana.

Fonte: OsservatoreItalia.eu, link: https://www.osservatoreitalia.eu/cagliari-anonimo-segnala-resti-umani-torna-galla-un-grande-giallo-dell81/

 

Commenti