Addio Valentina Pinna, insegnante di Cagliari amante della Sardegna

Il tuo sorriso era uno di quei rari sorrisi che illuminavano il sole. Ci mancherai tantissimo ciao! Vale 🌹 

E’ questa una delle tante dediche leggibili sul social network Facebook, nel profilo pubblico di Valentina Pinna, nostra cara amica di avventure ed esplorazioni per siti storico-archeologici della Sardegna.

Terra che Valentina, insegnante, amava per la sua bellezza e che però, da qualche giorno, non è più tra noi.

A rendere pubblica la notizia della sua morte è stato il giornale on-line Vistanet.it che il 27 Dicembre 2018 ha titolato: Non ce l’ha fatta Valentina Pinna, è morta l’insegnante investita da un’auto il 6 dicembre.

Valentina Pinna, giovane insegnate travolta a Cagliari da un’auto.

La donna lascia un grande vuoto – scrivono i media – nel mondo della scuola, ma anche in quello dei balli latino americani, di cui era grande appassionata e frequentatrice. È morta pochi giorni prima di Natale, Valentina Pinna, l’insegnante di Cagliari di 54 anni investita in via Riva di Ponente il 6 dicembre e ricoverata in gravissime condizioni al Brotzu di Cagliari. 

Dopo due settimane sotto le cure dei medici, il cuore della donna, che dopo l’incidente era in coma, ha smesso di battere. 

Avevamo sentito parlare di un terribile incidente avvenuto a Cagliari, in via Riva di Ponente dove Valentina Pinna è stata investita “da un’Audi guidata da un ragazzo di 22 anni di Capoterra che si era fermato a soccorrerla. Sul posto erano intervenuti i medici del 118 e la Polizia Municipale di Cagliari”. Le sue condizioni però, sono parse subito drammatiche. 

La giovane insegnante lascia un grande vuoto nel mondo della scuola a Cagliari.

Non dimenticheremo il suo sorriso, le belle esperienze vissute insieme in Sardegna, terra che amava: ne ammirava spesso i tramonti, la bellezza del paesaggio naturale, la luminosità del cielo.

Commenti