Giganti: ho scoperto le loro ossa sotto al nuraghe, nelle grotte di Dorgali

È una storia incredibile e che ritorna d’attualità quella della scoperta di ossa umane giganti in Sardegna. Forse non siamo a tantoma in molti continuano a giurare di averne visto di scheletri giganti (video).

Di sicuro ci crede il signor Leonardo Sale, 82 anni di Dorgali. Lo giura a gran voce, mentre guarda il Golfo di Orosei dal suo agriturismo Villa Maria Caterina:

Nel 1943, al tempo della seconda guerra mondiale, facevo il pastorello. Nei pressi di un nuraghe trovai una grotta piena di ossa umane, molto grandi, veri GIGANTI“.

scheletro-giganteSi, quelle ossa erano enormi, ed erano tante. Formavano come un antico cimitero.

Non saprei a quale periodo potessero risalire ma dal loro colore bianchissimo, e perché apparivano consumate dal tempo, penso che appartenessero a uomini vissuti tanti secoli fa. Pensai – prosegue il signor Sale – che per l’appunto appartenessero a uomini grandi, nel senso più alti del normale, uomini giganti“.

MEMORIE POPOLARI. “Anche parlando con mio padre ebbi conferma che ritrovare nelle caverne di Dorgali ossa umane giganti era un fatto frequente per i pastori della zona” aggiunge Leonardo Sale.

Però a nessuno interessavano certi argomenti anzi, c’era un po di timore nel vedere quei resti, che poi qualcuno portò via. Ma non escludo possibili nuove scoperte“.

Quella grotta, detta “de Is Ossus“, è situata nei pressi del Nuraghe Mannu.

scheletro-giganteUna testimonianza del passato nuragico della Sardegna posto sul ciglio di un baratro: la Codula Fuili, sull’incantevole Golfo di Orosei. Dove da oggi sono state avviate le ricognizioni degli esploratori di Sardegna Sotterranea e del team televisivo Scoprire volte a capirne di più.

Forse è solo una leggenda, quella degli scheletri giganti in Sardegna, che ben si sposta con l’esistenza delle cosiddette “tombe di giganti“.

SEPOLTURE  che per l’archeologia ufficiale sono tombe collettive, di uomini di statura normale.

Eppure una storia ricorrente riguarda, per voce di più testimoni, la scoperta di ossa umane giganti, soprattutto nelle grotte o sepolcri adiacenti i siti nuragici. Se tentar non nuoce, meglio fermare anche in video alcune di queste testimonianze viventi.

Del resto c’è chi ci mette la faccia asserendo di aver vissuto, personalmente, certe scoperte. E di voler rilevare storie ai margini, da approfondire.

L’intervista nel VIDEO esclusivo.

 

Commenti