Giro d'Italia

Giro d’Italia: quanto sei costato alla Sardegna? Tutti i numeri…

Due milioni e 500 mila euro“. È questo il costo della Grande partenza del Giro d’Italia 2017 deciso dalla Regione Sardegna oltre a IVA e agli altri oneri di legge. 

Giro d'Italia

Il Giro d’Italia numero 100.

Il Giro d’Italia numero 100 non poteva che essere la sintesi moderna di un viaggio nella storia italiana del ciclismo; un faro dell’epopea sportiva.

Vediamo i suoi numeri.

Giro d'Italia

Giro d’Italia in Sardegna.

Per contribuire a far pedalare in SARDEGNA la celebre manifestazione sportiva nella delibera della Giunta regionale numero 49/20 del 2016, si legge UNA CIFRA da capoGiro alla quale è stata accostata, nero su bianco, “la possibilità di sostenere ogni altra spesa utile, necessaria per garantire la migliore organizzazione dell’evento e la promozione più efficace della destinazione Sardegna“.

Uno dei percorsi del Giro d’Italia in Sardegna.

NELLA DELIBERA si parla, in breve, di “una spesa non superiore ai 3 milioni di euro oltre a IVA e oneri di legge“. 

IL DOCUMENTO reca i nomi del direttore generale della Regione, De Martini, e del Vicepresidente Raffaele Paci.

La delibera del finanziamento regionale al Giro d’Italia numero 100.

La scelta della Regione di destinare questa cifra al Giro D’Italia è stata illustrata nel documento motivando la partenza del Giro d’Italia in Sardegna come una bella vetrina per l’impatto economico e turistico della nostra isola, specialmente per le zone interessate e quindi tra le tappe dal Giro.

Giro Italia

Tutti o quasi tutti i numeri del Giro…

Non solo. Circa tre milioni di euro sono stati destinati al Giro anche per la straordinaria visibilità mediatica che lo stesso ha scatenato.

Secondo i dati ufficiali che Rcs Sport ha fornito alla Regione, l’evento è stato trasmesso da 125 emittenti televisive, 243 testate giornalistiche, 40 testate radiofoniche, 265 web-portali.

La grande partenza del Giro d’Italia è stata seguita in 192 paesi ed è divenuta oggetto di notizie grazie all’attività di ben 87 uffici stampa, 30 agenzie di mediatiche e 37 fotografiche.

I giornalisti che secondo la delibera della Regione Sardegna avrebbero dovuto “lavorare” seguendo il Giro, ben 1380. Quattro le case di produzione impegnate.

Alghero

Il bel mare di Alghero.

I fotografi? 660 quelli ufficiali, ma lo smodato uso degli smartphone fa pensare che in circolo ci saranno diverse migliaia di immagini in rete.

Immagini di biciclette e ciclisti di passaggio in Sardegna, stanno diffondendo e facendo conoscere la Sardegna. Soldi e numeri, il Giro d’Italia.

Soldi e cifre. Ma anche, e soprattutto, sport sano e cultura. Per chi piace pedalare e sognare di vincere. A chi piace semplicemente partecipare.

Marcello Polastri

Pubblicato su Casteddu OnLine.

 

HANNO DETTO…

In pochi minuti si è annullato il lavoro di promozione di mesi, in nome dell’ignoranza. La Sardegna terra di banditi raccontata a freddo nel Giro d’Italia è un luogo del pregiudizio, non della cronaca”.

Così l’assessore regionale ai Lavori pubblici Paolo Maninchedda, nel suo blog “Sardegna e libertà” si sfoga contro il servizio del Tg1 Rai delle 20 sui “luoghi del Giro” andato in onda ieri. 
La Sardegna, ricorda Maninchedda, “ha fatto uno sforzo enorme per accogliere il Giro: il lavoro fatto prima da Francesco Morandi e ora da Barbara Argiolas ha fatto sì che durante lo svolgimento della gara la complessità estetica dell’Isola emergesse in tutta la sua bellezza”.

Ebbene, “ieri il Tg1 delle 20 fa un’operazione non giornalistica, ma letteraria che rasenta il razzismo“. 

 

Commenti