Rifugio di guerra in una foto di Marcello Polastri

L’Ospedale di guerra nei racconti dei rifugiati: interviste esclusive

Un rigugio: foto di Andrea GambulaL’impegno del GCC per un sito abbandonato dal secondo dopoguerra: l’ex Ospedale sotterraneo che nel 1943 divenne un ricovero sotterraneo.

Ci hanno scritto i vecchi rifugiati, rilasciandoci interviste esclusive dopo il servizio mostrato su Italia 1 dal programma Mistero…

 

ALLA RICERCA DELLA FONTE SACRA

 Il GCC e TESES per valorizzare un ospedale sotterraneo e la sua storia

 La sacra sorgente è celata in fondo a una grotta tra i Bastioni di Santa Croce e l’Ospedale San Giovanni di Dio

 

L’anteprima del video è disponibile con un semplice CLICK.

 

Un rigugio: foto di Andrea GambulaCagliari. Lo speciale tv che l’11 settembre è stato mostrato su Italia 1 dalla trasmissione Mistero sulle grotte situate sotto via Porcell a Cagliari, nei pressi del Bastione di Santa Croce e dell’ex Clinica Aresu, ha stimolato l’interesse di tante persone.

Sono state numerose le segnalazioni di anziani Cagliaritani che nel corso della seconda guerra mondiale, si rifugiarono nei sotterranei mostrati in Tv da Daniele Bossari, Marcello Polastri e Luigi Bavagnoli.

Gli anziani Cagliaritani, in prevalenza residenti nello storico quartiere di stampace, sono la signora Russo Giuseppina e Paci Silvana, età compresa trai 75 e gli 80 anni.

Con loro, altri testimoni ci hanno raccontato la storia dell’ex Ospedale in grotta del 1943 e degli adiacenti sotterranei che venivano usati dalla popolazione durante i tragici bombardamenti della seconda guerra mondiale. Sono affiorate storie uniche, coinvolgenti ora raccolte in una serie di video-interviste messe a disposizione della collettività e che, diversamente, andrebbero perdute.

Tra i testimoni intervistati è a dir poco esclusiva l’intervista a professor Ugo Carcassi, ex Direttore della Clinica Aresu che conosce bene quei complessi sotterranei nei quali in passato ebbe modo di osservare i cumuli ossei mostrati in Tv. Il professor Carcassi ha anche manifestato disagio nell’apprendere che quei siti sotterranei sono abbandonati all’incuria, invasi da macerie e rifiuti moderni.

Per chi volesse saperne di più l’anteprima del video è disponibile con un semplice CLICK.

Invece, per rivedere il servizio dell trasmissione Mistero potrete collegarvi con questo video.

Se avete informazioni o immagini storiche, suggerimenti compresi, non esitate – come sempre – a scriverci.

 

Commenti