Scoperta curiosa: dal sottosuolo di Cagliari riaffiora la storia del tram

Riaffiora il vecchio binario del tram in viale Sant’Avendrace.
LA SCOPERTA è avvenuta poco fa è chiariamolo subito: non è di quelle eclatanti, però è suggestiva e di certo capace di far ritornare, di stretta attualità, la storia della rete tranviaria di Cagliari.

Una storia affascinate e che ha il suo perché…

I binari ritrovati in viale Sant'Avendrace.

I binari ritrovati in viale Sant’Avendrace.

Attiva fra il 1893 e il 1973, la rete ferrata arrivò a contare 4 linee: 2 urbane e 2 extraurbane, realizzate per iniziativa privata e poi ampliate nel corso dei successivi decenni.

Cagliari - Tram - Via Roma

Cagliari – Tram – Via Roma

POI IL DECLINO, iniziato nel secondo dopoguerra, che vide in ultimo l’esercizio tranviario confinato alla direttrice che da Cagliari conduceva alla popolare spiaggia del Poetto, passando appunto per il viale Sant’Avendrace. Dove l’asfalto, all’altezza di via Montello, ha ricoperto per decenni i binari che questo pomeriggio hanno rivisto, seppure per poco, la luce del sole.

I BINARI, immortalati da quanti seguono Sardegna Sotterranea, seppure ricoperti dalla ruggine, non sono passati inosservati ai curiosi che infatti hanno seguito gli operai. Erano  intenti in un intervento di scavo e hanno dovuto faticare non poco per posizionare, appunto tra i due binari metallici, un pozzetto sotterraneo di cemento.

Il tram di Cagliari

Il tram di Cagliari

Più di mezzo secolo fa, nel quartiere di Sant’Avendrace era in servizio, per la precisione, la linea tranviaria 2 riattivata nel novembre 1943, dopo i danni causati dai bombardamenti della seconda guerra mondiale.

Un lungo e oramai dimenticato binario, che da piazza Yenne, consentiva di raggiungere, appunto, Sant’Avendrace.

Marcello Polastri

Commenti