Sella croce Diavolo

Bufera sulla nuova Croce della Sella del Diavolo: cosa dice Cagliari?

Ai più attenti non sarà certo passata inosservata. Parliamo oggi della grande croce di metallo che fa bella mostra di se sulla  promontorio di Sant’Elia, visibile in alto, sulla cima del colle, nel costone roccioso al di sopra del parcheggio sterrato di Marina piccola.

La nuova croce sulla Sella del Diavolo in zona militare.

Una croce visibile anche nel cuore della notte, perché dotata di led che la fanno risplendere nelle tenebre assolute.

Ed ora c’è chi quella croce, segno di fede Cristiana tra il Golfo “degli angeli” e la monumentale Sella del Diavolo, la vorrebbe spegnere. O, addirittura, tirar via. Sarà il Diavolo che ha perso nottetempo la sua sella e ancora ci mette lo zampino?

Leggende metropolitane a parte, una cosa è certa. E riguarda una serie di interlocuzioni tra i militari perché la nuova croce di metallo sorge in zona militare, al di là delle reti e del filo spinato della POLNATO.

Sella croce Diavolo

La croce nella zona militare di Sant’Elia a Cagliari.

Un sms che mi è appena giunto:
“Carissimi, vi chiedo di pregare perché, in questo preciso momento, si sta tirando giù la bellissima croce luminosa eretta in cima alla sella del diavolo”, recita un messaggio che viaggia di cellulare in cellulare.

Purtroppo hanno telefonato da ogni dove dell’ Italia perché fosse rimossa! Alla fine l’ammiragliosi dice in un sms che circola anche su WhatsAppha deciso di toglierla.

La croce sul promontorio di Sant’Elia nella zona militare.

Ed ora tocca ai cagliaritani e non di farci sentire, ma non sappiamo ancora come muoverci. Il Male – conclude l’sms – è sempre infastidito da queste cose.

Non vi dico con che animo, tutti sono lì a smontare questo grande segno di fede!

Croce sella Diavolo

La croce metallica nel deposito Pol Nato di Cagliari

Preghiamo perché la si possa ammirare di nuovo e al più presto”. Insomma, a chi potrà far fastidio questa croce e perché?
LA STORIA ci insegna che in passato, una croce analoga – come avevo dato conto in un precedente articolo – sorgeva sulla Sella del Diavolo, in cima al pomolo di pietra della sella, ma mai nessuno protestò. Poi, un giorno, quella croce cadde, perché si arrugginì, vinta dall’incuria del tempo e dell’uomo. Nessuno la ripristinó.

La grande croce contesa sulla Sella del Diavolo a Cagliari.

Ed ora che i Militari della base hanno organizzato con entusiasmo di installare la nuova croce in una zona interdetta al pubblico, arriverebbero delle pressioni di chi evidentemente la croce non tollera… E noi siamo qui, per saperne di più, per tenervi informati.

Marcello Polastri 

  Pubblicato su Casteddu On Line. 

Commenti