La Sardegna Sotterranea in mostra al Search di Cagliari

È stata inaugurata a fine Luglio 2018 a Cagliari e rimarrà aperta per tutto il mese di agosto, la mostra fotografica “LA SARDEGNA SOTTERRANEA“. 

Chiariamolo subito per allontanare qualsiasi equivoco: noi non c’entriamo nulla con questa bella mostra allestita nello spazio espositivo SEARCH, sotto il Palazzo comunale del Largo Carlo Felice.

La montagna del Marganai e l’accesso alla Grotta San Giovanni

Nel senso che, il web nostro portale internet e la web-community Sardegna Sotterranea, nulla hanno a che vedere con questa mostra che, di fatto, ha preso in prestito il nostro nome per la gioia della nostra web community che, evidentemente, ha seminato bene lo spirito di scoperta delle bellezze celate sotto i nostri piedi.

Infatti, appassionati della storia e amanti della tutela del nostro patrimonio identitario sotterraneo, diamo spazio anche a questa notizia e iniziativa divulgativa. 

La grotta di Quirra in una immagine di Marcello Polastri

Sia quel che sia, la mostra inaugurata a Cagliari,  espone un centinaio di belle immagini “rispolverate” per l’evento CagliariPaesaggio dalla Federazione Speleologica Sarda.

Una delle immagini in mostra al SEARCH di Cagliari.

L’OBIETTIVO, stando a quel che si legge in un volantino, sarebbe quello di far conoscere, attraverso le immagini realizzate nelle grotte della Sardegna e fornite dai gruppi speleologici affiliati, la ricchezza e la bellezza delle cavità naturali presenti nel sottosuolo regionale.

L’esposizione “La Sardegna Sotterranea“ è stata organizzata in collaborazione con i Musei Civici di Cagliari e con il Servizio Tutela della Natura .

Una iniziativa che fa parte ddell’articolata offerta culturale del progetto CagliariPaesaggio, giunto al secondo anno, voluto dall’Assessorato alla Cultura di Cagliari con il contributo della Fondazione di Sardegna.

Sarà possibile visitare la mostra negli spazi del SEARCH di Cagliari nel Largo Carlo Felice, tutti i giorni dalle 9 alle 20, sino al 30 Settembre 2018.

L’ingresso è gratuito.

Commenti