Santu Lemu

Santu Lemu: il Mistero dei morti di Cagliari – 1 parte

PRIMA PUNTATA SU

SANTU LEMU E IL MISTERO DELLE OSSA UMANE DI CAGLIARI

Santu Lemu

Marcello Polastri in esplorazione.

Per realizzare un servizio televisivo per Italia 1, la seguitissima trasmissione MISTERO, mi incaricó – nel 2011 con gli amici speleologi vercellesi Luigi Bavagnoli e Andrea Verdin – di esplorare un’interessante cavità sotterranea situata sotto l’ex Clinica Aresu a Cagliari

Fabrizio Raccis (da sin), Marcello Polastri e Daniele Bossari a destra.

Raccis, Polastri, Bossari a Mistero, su Italia 1

Con un emozionantissimo Daniele Bossari ci siamo addentrati in una scoperta indimenticabile nel complesso sotterraneo di San Guglielmo, superando i ruderi dell’Ospedale di guerra San Giorgio.  

Una struttura attiva dal 1941 al 1943 che, tra gli altri, era stata fortemente voluta – come vedremo nei prossimi articoli –dal Duce, Benito Mussolini

Fossa Santu Lemu cagliari

La clinica Aresu nella Fossa di San Guglielmo.

Il nostro compito per la TV consisteva sia nel verificare la sicurezza del conduttore Daniele Bossari e del regista Arcadio Cavalli, trattandosi di un luogo fatiscente e capace di nascondere qualche insidia, e sia di capire cosa ci fosse di vero attorno a diverse storie. E ad una leggenda in particolare.

Santu Lemu

La fonte antica di Santu Lemu all’Eremo, Cagliari.

L’esistenza di una fonte d’acqua dolce, ad esempio, definita MIRACOLOSA, mi colpì assai anche per i riscontri con la storia ufficiale del sito, tanto caro ai Viceré che visitavano Cagliari e decidevano di recarsi in fondo al “Salto di San Guglielmo” per bere “la migliore acqua della città”.

L’AVVENTURA, che si è avvalsa di speciali permessi d’accesso al sottosuolo, ci ha consentito di calarci, sempre più in profondità, in un complesso di grotte abbandonate e decadenti, in parte occupate da un LAGO SOTTERRANEO che nascondeva milioni di ossa umane.

La fossa di Santu Lemu

Esplorando il lago sotterraneo di Santu Lemu.

Nel vedere centinaia di scheletri stipati nelle segrete di Cagliari, in un certo senso ho deciso di adottarli, per battermi per la loro tutela ma ancor prima conoscenza. 

Chi erano quei morti?

Perché furono abbandonati in quel sito?

Come mai quelle grotte vennero citate dagli autori del 1800 come un antico insediamento di monaci cacciati dal Re dei Vandali Trasamondo? 

Domande alle quali offrirò più d’una risposta nel mio romanzo, in uscita a breve. Si  intitolerà: ALLA SCOPERTA DELL’EREMO PERDUTO. 

Alcune delle ossa umane fotografate al momento dell’esplorazione.

Lo dedicherò alla storia, affascinante, della “città del sole” e di un luogo della nostra memoria perduta sul quale è stata fatta poca luce, poca chiarezza.

Il 2017 sarà l’anno della rivelazione per la FOSSA DI SAN GUGLIELMO e per I MORTI DI CAGLIARI, soprattutto per i nostri padri del passato che risposano nella Fossa. 

Se vorrete dire la vostra, approfondire e proporre, non esitate a contattarci su Facebook, Clikkando su SARDEGNA SOTTERRANEA oppure su MARCELLO POLASTRI

Buone cose! Vi aspetto. 

Fine prima parte.

Polastri

Marcello Polastri a Santu Lemu.

 

Commenti